Contouring: e tu come ti trucchi?! Come ottenere un effetto naturale

Contouring si o contouring no? E’ questo il dilemma! Ma soprattutto, come farlo senza abusarne?

Ultimamente nelle riviste di moda o nei più comuni social sembra di essere bombardati da questo tanto famoso (e prima mai nominato) contouringma cos’è? Come si fa?

Il contouring tradotto letteralmente sta per “contornare” e viene inteso come un atto che si  effettua sul proprio viso. Si tratta di una soluzione per correggere i piccoli difetti (doppio mento, viso allungato o paffuto e persino un naso troppo pronunciato) giocando con un effetto di ombre in grado di donare tridimensionalità al viso.
E’ proprio il chiaroscuro a garantire un effetto ottico che rimodella ogni lineamento, anche quello meno simmetrico.

Come si realizza un buon contouring?

ContouringQuali prodotti utilizzare per il contouring? La risposta è semplice e di certo se siete delle amanti del make up, avrete alcuni di questi cosmetici a casa vostra. Sicuramente vi serviranno:
– due tonalità differenti di fondotinta/correttore (io consiglio quelli compatti)
– un discreto set di pennelli o spugnette viso preferibilmente tondeggianti o ancora meglio angolati
– una terra priva di glitter da una texture opaca

Le tonalità di fondotinta dovranno essere entrambe fredde mentre il set di pennelli o spugnette viso garantiscono una maggiora precisione sulla zona dello zigomo se tondeggianti o ancora meglio angolati.

Perchè due tonalità di fondotinta?

Per creare un buon contouring servono due tonalità di fondotinta e correttore al fine di ombreggiare e illuminare il viso con la massima credibilità. Due colori differenti sono indispensabili per ottenere un effetto pulito e naturale, grazie all’apposito chiaroscuro che pone in ombra ciò che desideriamo “nascondere” (le zone da correggere) e in luce le parti che vogliamo evidenziare.
Le parti che andrete a scurire sono le seguenti:

  • contouring modalitàattaccatura della fronte
  • punta del mento
  • lati del naso 
  • sotto lo zigomo 

Queste sono le aree da nascondere o rimpicciolire creando delle ombre naturali (naturalmente questo dipende da voi e dalla vostra bravura). La cosiddetta parte “bianca”, invece, va messa in luce, per questo su tali zone vanno applicati dei prodotti illuminanti. Questi cosmetici servono ad esaltare e scolpire tutte quelle parti del volto che vogliamo evidenziare, ossia:

  • sulla fronte
  • lungo il naso
  • sulle gote
  • sull’arco di cupido
  • e sull’arcata sopraccigliare 

Naturalmente il contouring ha i suoi pro e contro, quindi ragazze (o ragazzi) armatevi di olio di gomito e pazienza, perché dovrete alternare diverse tipologie di prodotti makeup con la giusta maestria per eliminare ogni traccia di macchia di colore, ma soprattutto per salvaguardarvi da quell’orrendo effetto maschera: è un sacrificio indispensabile per ottenere quel tanto desiderato “nasino” o quello zigomo perfetto stravisto nelle immagini di copertina di Vogue.

Sono più che sicura che se ci sono riuscita io a creare un buon contouring, riuscirete pure voi: basta tanta pratica e giusto qualche ora (quindi truccatevi prima, se non volete fare tardi).

Dulia.

P.S. Ho pensato che potesse essere utile inserire un tutorial e ho scelto Clio Make Up. Guardate la differenza fra prima e il dopo, soffermandovi sui diversi passaggi per capire al meglio l’arte del contouring. Buona visione!

Prodotti consigliati

Giulia Belluso

Lascia un commento: è sempre gradito :-)